Contributi pubblici per la continuità territoriale marittima, in corsa anche Corsica Ferries

Entra nel vivo la partita del rinnovo dei contributi pubblici per la continuità territoriale marittima con le isole (Sardegna e Sicilia) che fino al prossimo luglio è in mano a Tirrenia Compagnia Italiana di Navigazione. Si parla di un contratto di servizio pubblico che dall’estate del 2012 ha garantito ogni anno alla compagnia di traghetti del Gruppo Moby 72,68 milioni di euro e che scadrà la prossima estate. Il Governo aveva già fatto sapere che la convenzione non sarebbe stata rinnovata e che verrà messa a gara.

I pretendenti sono diversi Corsica Ferries, Caronte&Tourist, Grendi Trasporti Marittimi, Grimaldi Group, Grandi Navi Veloci, oltre ovviamente alla stessa Moby. Per i lavoratori in teoria non dovrebbero esserci ripercussioni perché l’Antitrust e l’Autorità dei Trasporti avevano già chiarito che nel nuovo bando dovrà essere inserita la clausola sociale. Rimane da capire se tutti i marittimi attualmente impiegati sulle rotte in convenzione potranno essere assorbiti dal momento che non è escluso venga sovvenzionato un numero inferiore di linee rispetto.

Attualmente i contributi pubblici a Tirrenia Cin sono rivolti alle rotte Genova-Porto Torres, Civitavecchia-Olbia, Genova-Olbia, Cagliari-Palermo, Civitavecchia-Cagliari-Arbatax, Napoli-Cagliari, Palermo-Napoli e Ravenna-Catania. Su alcune di queste direttrici altri vettori operano in regime di libero mercato senza ricevere soldi pubblici per cui è orientamento del ministero dei Trasporti assegnare risorse solo alle linee che non sopravvivrebbero. Secondo Emanuele Grimaldi, vertice dell’omonimo gruppo armatoriale partenopeo, le linee che “abortirebbero in regime di libero mercato” sono la Genova-Porto Torres, Civitavecchia-Olbia e Napoli-Cagliari.

Quattro milioni di italiani ascoltano gli audiolibri

Sono 4,08 milioni gli italiani che ascoltano audiolibri e il 40% di loro, pari a 1,6 milioni, li sceglie solo o anche in lingua straniera. Questa modalità di fruizione di prodotti editoriali entra così con forza nei consumi culturali di una fetta rilevante di italiani: sono il 9% della popolazione tra i 15 e i 74 anni, in buona parte persone poliglotte.

Sono cresciuti del 28,3% rispetto all’anno precedente, quando erano 3,18 milioni. Il numero medio di audiolibri ascoltati in un anno è di 3,1.È quanto emerge dai dati 2019 di Pepe Research elaborati dall’ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori e presentati a Più libri più liberi, la Fiera nazionale della Piccola e Media Editoria.

In un Paese tradizionalmente poco propenso agli acquisti di prodotti culturali e informativi online, ben il 40% degli ascoltatori di audiolibri dichiara di avere un abbonamento a servizi come Audible o Storytel. Il 44% (anche qui era possibile più di una risposta) scarica gratuitamente da altri siti, il 28% ha acquistato singoli titoli da piattaforme come Google Play, Libri di Apple, Emons, Il Narratore, il 21% dal sito dell’editore. A seguire gli audiolibri su cd comprati in store fisici e online (20%), il prestito bibliotecario digitale (11%), gli audiolibri su cd presi in prestito in biblioteca (7%).Perché si ascoltano audiolibriTra gli ascoltatori di audiolibri, il 21% cita tra i vantaggi di questa modalità il fatto di “poter ascoltare un libro mentre faccio altre cose come guidare, correre, viaggiare”, il 20% “ascoltare un libro dove e quando voglio”, il 14% “ascoltare un libro in lingua originale”, il 13% cita le esigenze di chi ha difficoltà alla vista, il 12% parla di “piacere di leggere senza affaticare la vista”.

Con Segway-Ninebot Max G30 si può viaggiare per 65 km

Ufficializzato a Ifa 2019, Segway-Ninebot Max G30 è tra i monopattini con l’autonomia più estesa visto che arriva fino a 65 km massimi grazie alla batteria consistente da 551 Wh che si ricarica velocemente in circa sei ore.

Il propulsore sviluppa fino a 350 watt di potenza potendo superare pendenze anche del 20%, mentre la scocca è certificata Ipx5 per non temere acqua né polvere. Il prezzo è alto, 799 euro.

Ecco le caratteristiche:

La MAX G30 è la scelta migliore per un’alta qualità, una guida confortevole, prestazioni di alto livello con un’autonomia di durata extra. Grazie ai pneumatici tubeless, si ottiene un maggiore comfort comfort alla guida. I pneumatici anteriori, posteriori.e le luci LED di arresto anteriori e posteriori garantiscono la sicurezza durante la guida.

  • Velocità massima fino a 25km/h (15.5 mph)
  • Autonomia fino a circa 65km (40.4 miles)
  • Pneumatico senza camera d’aria da 10 pollici per una guida più fluida
  • Caricabatterie incorporato per una ricarica rapida
  • Angolo di salita del 20%
  • Sistema di arresto doppio e rigenerativo per una maggiore sicurezza e stabilità
  • Classe di resistenza IPX5 per tutto il corpo (IPX7 resistenza all’acqua fino al nucleo)
  • Campana a torsione e riflettori laterali completamente integrati per aumentare la sicurezza su strade trafficate

Nel 2020 tanti giorni in vacanza grazie ai super ponti

Ecco il calendario completo dei giorni festivi del 2020:

1 Gennaio 2020 – Mercoledì
6 Gennaio, Epifania – Lunedì
Pasqua 2020 – Domenica 12 aprile
Pasquetta – Lunedì 13 aprile
25 Aprile 2020, Festa della Liberazione – Sabato
1 Maggio 2020, Festa dei lavoratori – Venerdì
2 Giugno 2020, Festa della Repubblica – Martedì
15 Agosto 2020, Ferragosto – Sabato
1 Novembre 2020, Tutti i santi – Domenica
8 Dicembre 2020, Immacolata – Martedì
25 Dicembre 2020, Natale – Venerdì
26 Dicembre 2020, Santo Stefano – Sabato
31 Dicembre 2020, San Silvestro – Giovedì

Antonio Cassano cacciato dalla trasmissione di Canale 5 Tiki Taka

Cosa c’è dietro l’esclusione dalla trasmissione televisiva condotta da
Pierluigi Pardo?

Sembrerebbe infatti, che Cassano ne abbia combinata un’altra delle sue, in
molti indicano come principale motivo un litigio avvenuto qualche tempo fa
tra FantAntonio e Giorgia Venturini, ospite fissa del programma di
Mediaset.

Ma come rilancia Dagospia, dietro l’allontanamento di Cassano ci sarebbe la
volontà di Pier Silvio Berlusconi che avrebbe giudicato inadeguato il suo
modo di “stare in televisione”.
La gestione di un personaggio come Antonio Cassano non è di certo
semplice, la sua carriera da calciatore è contornata da comportamenti poco
ortodossi, tanto che la Treccani ha istituzionalizzato le gesta di Cassano
dedicandogli un neologismo da dizionario: le “cassanate”.

Perchè su Whatsapp appare la scritta: “from FACEBOOK”

Da alcuni giorni quando apriamo Whatsapp, appare la scritta “from FACEBOOK” cosa c’è dietro? Nessun tipo di implementazione ma soltanto una scelta da parte di Mark Zuckenberg – proprietario oltre che di Facebook anche di Instagram dal 2012 e di Whatsapp dal 2014-di chiamare le sue applicazioni con l’aggiunta di “from Facebook”, quindi, Instagram si chiamerà Instagram from Facebook e Whatsapp from Facebook.

Scelta commerciale con lo scopo di far conoscere a tutti la proprietà dei Social Network più utilizzati al mondo, il colore del nome identifica l’applicazione utilizzata.

Si va verso l’unifìcazione dei tre Network, durante l’ultimo F8, l’evento organizzato da Facebook dedicato agli sviluppatori, l’azienda ha dato il via ai primi test per la fusione tra Whasapp, Facebook Messenger e Instagram Direct, l’idea è quella di creare un’area unica dedicata alla messaggistica.

John Travolta e Olivia Newton-John di nuovo insieme dopo 41 anni

Dopo 41 anni per la prima volta dall’uscita di “Grease” il cast del celebre film che segnò gli anni 70′, torna a vestire i panni dei protagonisti di uno dei musical più famosi della storia del cinema, in occasione del raduno “Meet n’Grease” che si è tenuto al Coral Sky Amphitheatre di West Palm Beach, in Florida, venerdì 13 dicembre.

Presenti i due protagonisti John Travolta (65) e Olivia Newton-John (71) che nelle vesti di Danny Zuko e Sandy Olsson hanno fatto sognare un’intera generazione, lui si è presentato in completo nero con l’inconfondibile giacca di pelle nera. Lei con la riconoscibilissima gonna plissettata gialla e camicetta bianca.

La Newton-John che si è ritirata da anni dal mondo del cinema, sta lottando contro il cancro al seno che sconfisse già nel 1992 e più recentemente nel 2013.

Babà in vasocottura: il dolce regalo di Natale nato dalla sinergia tra Noberasco e Piccardo

Sotto l’albero di Natale 2019 c’è anche la dolce collaborazione tra due eccellenze liguri del comparto alimentare: la rinomata azienda produttrice di frutta secca Noberasco di Albenga e la storica pasticceria Piccardo di Imperia.

baba in vasocotturababa in vasocotturababa in vasocotturaIn prossimità delle feste di fine anno, Noberasco ha scelto di iniziare a distribuire nei suoi punti vendita sparsi in giro per l’Italia – a Milano, Treviso, Firenze, Torino e in Liguria a Genova, Sanremo, Carcare, Albenga – i babà al rum in vasocottura prodotti dal laboratorio artigianale di Piccardo. Una primizia che ha subito fatto breccia nei cuori dei tanti food blogger che frequentano i locali di Noberasco e che si sono affrettati a condividere la nuova sfiziosa scoperta su Instagram e Facebook.

Del resto i punti vendita dell’azienda ingauna sono da tempo considerati una vetrina dei migliori prodotti della tradizione alimentare ligure e non solo. L’idea alla base di questa apprezzata sinergia sembra sia venuta proprio al titolare Gabriele Noberasco, dopo aver notato i babà in vasocottura durante una visita alla pasticceria Piccardo. Tra l’altro, i nonni materni del noto imprenditore erano di Oneglia, il rione di Imperia in cui si trova lo storico locale, e portavano spesso il piccolo Gabriele a fare merenda in pasticceria.

I babà in vasocottura: un dolce sfizioso e a lunga conservazione

Quindi la nascita della collaborazione tra Noberasco e Piccardo segna, da una parte, un gradito ritorno alle origini e, dall’altra, un bel passo in avanti in termini di promozione della propria arte pasticcera. Peraltro i babà in vasocottura di Piccardo, preparati in proprio e poi cotti negli originali vasetti Camel, dopo il lancio avvenuto nell’estate del 2017 sono divenuti anche oggetto di studio da parte di alcune scuole di pasticceria. Nell’ottobre dello stesso anno, il liceo professionale Escoffier di Cagnes-sur-Mer, in Costa Azzurra, ha organizzato una gita presso la storica pasticceria per permettere ai suoi studenti di assistere dal vivo alla preparazione dei babà.

Ora, grazie all’interesse della famiglia Noberasco e alla forza della rete distributiva della sua azienda, questi dolci così particolari, e a lunga conservazione, possono diventare un bel regalo di Natale da mettere sotto l’albero anche lontano da Imperia, in tutta Italia, con i migliori auguri da parte di chi, da oltre cent’anni, fa della Liguria una terra più dolce.

Festival di Sanremo, tanti big in corsa verso l’Ariston

Continua la girandola di indiscrezioni sui nomi dei big che vedremo al prossimo Festival di Sanremo e che verranno resi noti durante la conferenza stampa di mercoledì prossimo.

In particolare salgono le quotazioni di Elodie, Levante, Irene Grandi, Anastasio, Raphael Gualazzi, Francesco Renga, Marco Masini, Al Bano, Alberto Urso, Enrico Ruggeri, Giordana Angi, Piero Pelù, i Pinguini Tattici Nucleari, Fred De Palma, Diodato, Elettra Lamborghini, Rocco Hunt e Rancore.

Ma in queste ore circolano altri nomi: da Ermal Meta a Michele Bravi, da Shade a Riccardo Fogli, da Bianca Atzei a Marcella Bella, da Francesca Michielin a Chiara Galiazzo. E d’altronde è stato lo stesso Amadeus ad ammettere di aver ricevuto oltre 200 brani. Appuntamento quindi dal 4 feb – 8 feb 2020 per la nuova edizione della kermesse sanremese.

Sarà un Festival delle donne. Ben 10 quelle che vedremo a Sanremo: è questa l’idea di Amadeus che per le cinque serate sta pensando di non avere una presenza fissa accanto a lui, ma piuttosto due donne ogni sera che lo affiancheranno nella conduzione.

Amadeus sta valutando una rosa di personaggi da coinvolgere, provenienti non solo dal mondo dello spettacolo. Pare probabile la presenza di due ex conduttrici del Festival (Simona Ventura e Antonella Clerici), mentre ci sono buone possibilità di avere ancora una volta una Rodriguez sul palco: questa volta non Belén, ma Georgina, la fidanzata di Cristiano Ronaldo. In ribasso le quotazioni di Diletta Leotta, sempre viva l’idea Vanessa Incontrada, tramontata l’ipotesi Chiara Ferragni, il resto sono caselle da riempire. Monica Bellucci ci sta pensando: «Mi hanno fatto una proposta molto carina, ma bisogna vedere i tempi: ci sono gli impegni di lavoro e soprattutto le mie bambine».

Corsica Ferries è pronta a traghettarci nel 2020 con due crociere da sogno

Le Navi Gialle sono pronte a traghettarci verso il 2020. Con Corsica Sardinia Ferries si potrà scegliere tra la bella Corsica e la romantica Costa Azzurra, per trascorrere un magico ed emozionante Capodanno a bordo, tra brindisi, giochi, musica, buona cucina e un servizio impeccabile.

Due proposte differenti, che consentono di trascorrere una breve vacanza in tutta serenità e sicurezza, pensando solo al puro divertimento, senza doversi mettere al volante subito dopo la festa più attesa dell’anno e permettono di scoprire suggestivi mercatini, singolari eventi e affascinanti tradizioni natalizie di Corsica e Costa Azzurra.

Capodanno in Corsica a bordo della m/n Corsica Victoria Livorno – Bastia: 1 notte

Partenza da Livorno la mattina del 31 dicembre, arrivo a Bastia nel primo pomeriggio, con possibilità di sbarcare per visitare la città. Una notte a bordo, una ricca colazione a buffet, due pranzi e un Cenone con Veglione, tra musica, giochi e brindisi. Il primo giorno dell’anno vi regalerà una rigenerante passeggiata per le vie di Bastia, prima del rientro a Livorno, dove l’arrivo è previsto alle 17:15. Tariffe a partire da € 230,00 per persona, in cabina doppia interna, tasse incluse.

Capodanno in Costa Azzurra a bordo della m/n Mega Smeralda Savona Vado Ligure – Nizza: 2 notti

Partenza da Savona – Vado Ligure la sera del 30 dicembre, arrivo a Nizza la mattina del 31 dicembre, con possibilità di sbarcare per tuffarsi nell’atmosfera festosa della città. Un’elegante cena servita, un Cenone con Veglione, due ricche colazioni a buffet e i fuochi d’artificio della città più eccitante della Costa Azzurra. Il rientro a Savona Vado Ligure è previsto alle 17:00 del 1° gennaio. Tariffe a partire da € 290,00 per persona, in cabina doppia interna, tasse incluse.

Programmi dettagliati e prenotazioni su www.corsica-ferries.it

WhatsApp: smetterà di funzionare nel 2020 su milioni di smartphone

Cattive notizie per gli utenti dell’applicazione di messaggistica istantanea più famosa al mondo, infatti, WhatsApp dal 1 febbraio 2020 cesserà di funzionare su moltissimi dispositivi Windows Phone.

Ma non è l’unica brutta notizia: WhatsApp colpirà anche i possessori dei dispositivi datati con versioni Android e iOS, non rilasciando più aggiornamenti e le nuove funzionalità.
Una comunicazione non del tutto inaspettata, da un paio di mesi è possibile trovare nella FAQ le motivazioni, dove viene specificato che non avrebbero più rilasciato aggiornamenti di sicurezza per molte versioni dei sistemi operativi mobili che risultano obsolete.

Questa procedura è abbastanza usuale per applicazioni e dispositivi tecnologici, che con il passare degli anni diventano troppo vecchi per funzionare correttamente. La decisione di WhatsApp è quella di non sprecare più risorse su sistemi operativi che usano in pochi.

I telefoni che saranno coinvolti in questa operazione sono: iPhone con sistema operativo iOS 8 o inferiore e i dispositivi Android che montano un sistema operativo con una versione più vecchia del 2.3.3.

Lo scoiattolo arcobaleno fotografato in India che fa impazzire il mondo

E’ uno scoiattolo gigante indiano (Ratufa indica) che passa gran parte della giornata arrampicato sugli alberi. A fotografarlo e a postarlo sui social è stato il trentanovenne Kaushik Vijayan. Per la precisione le immagini sensazionali che fanno impazzire il mondo arrivano dall’India meridionale nel distretto di Pathanamthitta, uno dei più ricchi del popoloso Paese asiatico

Kaushik Vijayan, in vacanza in una foresta della zona, non ha perso l’occasione per immortalarne la magnifica biodiversità. Gli scoiattoli giganti indiani sono grandi scoiattoli arboricoli che possono superare il metro di lunghezza da adulti (circa 40 centimetri il corpo e 60 centimetri la coda). In base alla sottospecie presa in esame si possono avere due o anche tre colori, che comprendono il crema, il viola, il beige, il fulvo e il marrone scuro con varie sfumature.

Per poterli vedere bisogna andare nelle foreste del Malabar, una regione situata lungo la costa sud-occidentale della penisola indiana. In realtà, sono animali piuttosto schivi e difficili da avvicinare e i più fortunati riescono ad avvistarli solo mentre si muovono da un ramo all’altro.