A Bari il Festival dello “Street Food” con cibo da ogni parte del mondo

Bari ospita il festival internazionale dello ‘Street Food’: l’appuntamento è nel piazzale Lorusso fino a domenica 1 dicembre, con prodotti della cucina internazionale e prelibatezze provenienti da tutta Italia. Saranno presenti, informa il Comune di Bari, chef qualificati che prepareranno “cibo da strada” con prodotti tipici italiani e internazionali.

E anche stand di ottimi birrifici artigianali italiani e stranieri per vivere pranzi e cene come una vera e propria festa di piazza. A deliziare i palati dei visitatori ci saranno dalla cucina argentina a quella cucina messicana, dalla cucina tedesca a quella australiana. Tante anche le postazioni riservate alla cucina italiana con gli arrosticini abruzzesi, specialità siciliane, focaccia genovese, porchetta di Ariccia, hamburger di Chianina, bombetta della Valle d’Itria.

“Continua il lungo e proficuo rapporto tra la città di Bari e la tradizione del cibo da strada – spiega l’assessore allo Sviluppo economico Carla Palone”. “In questi anni – evidenzia – la nostra città è stata tappa di diversi appuntamenti con lo ‘street food’, portando eccellenze culinarie italiane e provenienti da tutto il mondo. Questo per noi è stato un modo per promuovere la tradizione decennale del cibo di strada nella nostra città provando anche a veicolare un’idea differente legata a questa abitudine, quella di cercare di far comprendere che lo ‘street food’ può essere associato all’idea di eccellenza gastronomica”. Gli stand gastronomici del festival saranno aperti venerdì, dalle ore 18 alle 24; e sabato e domenica dalle ore 12 alle 24.

L’Isola della Sostenibilità sbarca a Roma

Quattro giorni di talk divulgativi, laboratori interattivi, attività mirate per studenti, società civile e tecnici di settore, mostre e spettacoli scientifici per divulgare, educare e informare le nuove generazioni sullo sviluppo sostenibile. Dal 4 al 7 dicembre si alza il sipario sull’Isola della Sostenibilità che approda a Roma, negli spazi del Mattatoio di Testaccio (Piazza Orazio Giustiniani, 4), per promuovere lo sviluppo sostenibile.

Tre padiglioni tematici per un percorso interattivo e immersivo. ‘Capire e misurare il problema’ con le attività dell’Agenzia Spaziale Italiana: si potrà osservare la Terra dalla cupola della Stazione Spaziale Internazionale all’interno dell’area ‘Spazio Italia’. Il simulatore di volo permetterà di capire le attività di sorveglianza e di monitoraggio ambientale dell’Aeronautica Militare.

Il secondo padiglione, dedicato ad ‘Agire per un uso efficiente delle risorse e una società low carbon’, vedrà protagonisti talk e laboratori proposti da Ispra, Sapienza e Roma Tre con attività incentrate su economia circolare, uso e utilizzo della plastica e nuove tecnologie. Il Crea proporrà invece un focus sulle metodologie di riuso di sottoprodotti agro-alimentari.

Infine, nell’area ‘Prepararsi agli scenari futuri’, il Cnr presenterà un laboratorio sul problema della scarsità idrica e l’Istituto Superiore di Sanità approfondirà i rapporti che intercorrono tra salute, cambiamenti climatici e servizi eco-sistemici.

Questa sesta edizione, con il coinvolgimento di Miur, Mit, Regione Lazio e Roma Capitale, ha l’obiettivo di approfondire le tematiche legate al Goal 13 dell’Agenda 2030 dell’Onu ‘Agire per il Clima, adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze’. Partner del 2019 anche Assoutenti, che organizzerà la seconda edizione di ‘Expo Consumatori’ con un’area tematica in cui si parlerà di legalità, tutela dei consumatori, consumerismo e solidarietà, con gli occhi puntati sempre sul tema della sostenibilità. Tra gli appuntamenti della giornata di sabato 7 novembre anche i talk del Cicap che accompagnerà ragazzi e pubblico tutto, in un viaggio tra vaccini, bufale, fantasmi e mondi sommersi.

“La Presidente. Valeria Marini eletta al Quirinale”, il debutto a Roma della showgirl

La storia, fantasiosa ma intrigante, divertente e carica di buoni propositi racconta di un evento eccezionale che accade il 27 gennaio del 2022. Scaduto il mandato del Presidente Mattarella, i due rami del Parlamento, come prassi, si riuniscono in seduta unica per l’elezione del nuovo Presidente e alla 43 ma votazione, sbaragliando Romano Prodi, Matteo Renzi e Papa Francesco, viene eletta, con oltre 700 voti, per la prima volta, una donna: Valeria Marini.

E’ tutto raccontato in “La Presidente. Valeria Marini eletta al Quirinale”. Succosa prima al Salone Margherita con il nuovo lavoro scritto e diretto dal Cavaliere della Roma Pier Francesco Pingitore, che anche stavolta ha fatto centro.

Non sveliamo le identità dei ministri designati per lasciare la sorpresa allo spettatore. Eccellente padrone di casa e gran Cerimoniere in qualità di Segretario alla Presidenza l’intramontabile Martufello ed ottima scelta musicale a servizio della gran voce di Manuela Villa.