Fan scatenati per Eros Ramazzotti, “Vita ce n’è” è già un successo

Quindici canzoni inedite, tante sorprese e un video che è destinato ad entrare nell’olimpo dei più scaricati e visti nella rete. Il ritorno di Eros Ramazzotti ha scatenato i fan di mezzo mondo in attesa anche del suo tour planetario. Ma si dovrà avere pazienza e attendere il 23 novembre per avere tra le mani il cd “Vita ce n’è”, il nuovo lavoro del cantante italiano più famoso al mondo insieme a Laura Pausini. Un album, come si diceva, che contiene delle novità: oltre alle interessanti collaborazioni artistiche con Luis Fonsi e Alessia Cara, c’è spazio anche per Helene Fischer, una star molto popolare in Germania. Detiene il record assoluto del disco più scaricato nel suo Paese. Intanto si può godere la visione del singolo “Vita ce n’é”. Il regista non è sconosciuto. E’ un professionista. Marc Klasfeld ha lavorato per Katy Perry, Jay-Az e Justin Timberlake. Un video impreziosito da un ritmo incalzante del brano del cantante cinquantaquattrenne che già si ascolta sulle principali emittenti nazionali a cominciare dalla popolare Radio Italia. Per quanto riguarda l’album, per chi proprio è impaziente di arricchire la collezione di casa, è già disponibile in pre-save e in pre-order sulle piattaforme digitali nelle versioni standard, deluxe, doppio vinile (anche in versione colorata in esclusiva su Amazon) e il cofanetto.

Montagne senza ghiacciai: un futuro possibile?

cambiamenti climatici in corso sono causa di effetti devastanti su tutto il pianeta, in particolare sull’ambiente di alta montagna dove si sta verificando una rapida fusione dei ghiacciai. Sarà incentrata su questo tema la presenza, per la prima volta, della sede centrale del Club alpino italiano al Festival della Scienza di Genova, iniziato il 25 ottobre e in programma fino al 4 novembre. Domenica 4 novembre all’Auditorium dell’Acquario di Genova, il CAI (attraverso il Comitato Scientifico Centrale e la Sezione Ligure Genova, con la collaborazione dell’Associazione Macromicro) organizza la conferenza “Montagne senza ghiacciai: un futuro possibile?”, che analizzerà un fenomeno evidente su tutte le catene montuose della Terra, dalle Alpi al Karakorum, dalle Ande all’Alaska, dal Caucaso all’Himalaya, come testimoniato anche dai risultati del progetto “Sulle tracce dei ghiacciai”. Un fenomeno responsabile inoltre della riduzione di risorse idriche, biodiversità e geodiversità montane. L’appuntamento vedrà una conversazione tra il prof. Claudio Smiraglia (componente del Comitato Scientifico Centrale del CAI) e il fotografo Fabiano Ventura (da anni impegnato nel progetto “Sulle tracce dei Ghiacciai”), moderata dal direttore di Montagne360 Luca Calzolari. Conversazione che analizzerà la possibilità che le più importanti catene montuose, nello specifico le Alpi, possano trasformarsi in modo radicale, se nei prossimi decenni non si assisterà a una decisa ma improbabile modifica delle attuali tendenze climatiche. La conferenza è collegata alla mostra del già citato progetto “Sulle tracce dei Ghiacciai”, allestita fino al 4 novembre a Palazzo Ducale (Sottoporticato), con orari 9-17 dal lunedì al venerdì e 10-19 il sabato, i festivi e il 2 novembre. In esposizione i risultati delle prime quattro spedizioni del progetto fotografico-scientifico in Karakorum, Caucaso, Alaska e Ande, che offrono un confronto, a più di cento anni di distanza, tra fotografie storiche in bianco e nero restaurate, realizzate tra Ottocento e Novecento, e immagini moderne.  Le foto storiche sono state realizzate dai fotografi che parteciparono alle principali spedizioni esplorative dell’epoca (Vittorio Sella, Alberto Maria De Agostini, Mor von Dechy, Massimo Terzano, William Osgood Field, Marion T. Millett, Richard U. Light, Harry Fielding Reid), mentre le immagini moderne sono state scattate da Fabiano Ventura.  La mostra è curata dall’Associazione Marcomicro con il contributo del Club alpino italiano.

“Jovanotti For President”, un ritorno al passato

L’album è disponibile in tre versioni: cd digipack, vinile colorato e 45 giri colorato. Contiene “Gimme Five”, ma anche i singoli storici come “Go Jovanotti Go”. Trent’anni dopo riecco “Jovanotti for President”. Il dj con il suo originale rap, mischiato ad un carica esplosiva di elettronica, ha ottenuto un grandissimo successo. Per mesi è rimasto ai primi posti delle classifiche nazionali. Durante la sua carriera è stato un autentico trasformista: da American boy è passato a Che Guevara, tutto in un battito di ciglia.
Nell’album ci sono anche Party President, Funk Lab, Gimme Five, I Need You, Jovanotti Sound, The Rappers, Ragamuffin e Mix. E’ stato rimasterizzato e ripubblicato con una bonus track, Walking, il suo primo singolo di debutto. Lorenzo Cherubini, due mesi fa, è stato protagonista di una avventura memorabile. “Con il grande capitano Giovanni Soldini ho potuto vivere una delle esperienze più belle mai fatte e bella oltre l’immaginabile. Giorni di navigazione a bordo di #ElmosFire con il più grande velista del mondo, oltre che amico e compagno di nottate a raccontarci storie”.

Il mitico Lego rivive in “ExhiBricks”

Il mitico Lego rivive in “ExhiBricks”. Dopo il successo dell’edizione genovese di “ExhiBricks” lo scorso giugno, “LiguriaBricks” ha pensato di riproporre l’evento per il weekend del 27 e 28 ottobre a Santa Margherita. Le opere esposte sono creazioni originali, realizzate esclusivamente con mattoncini LEGO®, che spaziano dai pochi centimetri a modelli di dimensioni e peso ragguardevoli. Ci sarà spazio anche per collezioni composte di set LEGO® (più o meno rari) e per un imponente diorama cittadino da 11 metri di lato. Tra l’altro alla mostra sarà presente una riproduzione dello storico simbolo di Genova in scala 1:100. Si tratta di un modello – progettato, finanziato e assemblato interamente dagli AFOL (Adult Fan Of LEGO) di LiguriaBricks – che conta più di 3.400 mattoncini LEGO® per un’altezza complessiva di oltre 100 centimetri. “L’iniziativa – come spiegano gli organizzatori – ha come obiettivo quello di condividere e divulgare la passione per i mattoncini anche oltre i confini del capoluogo”. In questo scenario, proprio grazie alla partnership con Villa Durazzo e alla collaborazione dell’amministrazione comunale di Santa Margherita Ligure, “LiguriaBricks” potrà finalmente esportare il proprio format espositivo in una delle perle del levante ligure. “ExhiBricks” è una mostra dedicata non solo a famiglie con bambini, ma a chiunque sia curioso di vedere alcune delle infinite applicazioni creative del sistema LEGO®. All’interno dell’esposizione saranno presenti negozi con set nuovi, usati, vendita di minifigure da collezione e mattoncini sfusi.