Apple vara la rivoluzione del suo negozio digitale

Apple starebbe preparando una rivoluzione del suo negozio digitale per iPhone e iPad, l’App Store: sulla scia di quanto fa Google, la compagnia di Cupertino sta pensando di far pagare gli sviluppatori per mostrare le loro applicazioni in primo piano nella vetrina del negozio digitale e anche per comparire più in alto nelle ricerche degli utenti all’interno del negozio online. A questo scopo, secondo indiscrezioni riportate dal sito di Bloomberg, Apple avrebbe messo in piedi un team “segreto” di almeno 100 persone al lavoro su nuove strategie per l’App Store.

In particolare l’introduzione dei pagamenti per il posizionamento ‘sponsorizzato’ nei risultati di ricerca – un business multimilionario per Google – darebbe ad Apple una nuova possibilità di monetizzazione del suo App Store. Il progetto sarebbe supervisionato da Todd Teresi, vice presidente Apple che aveva guidato l’unità iAd, la piattaforma pubblicitaria che la Mela Morsicata chiuderà il 30 giugno.

Il team “segreto” starebbe cercando anche nuove soluzioni per migliorare l’esperienza dei consumatori sul negozio digitale, in particolare per quanto riguarda la ricerca di applicazioni di proprio interesse.