Dal prossimo anno più frutta e verdura nelle scuole dell’Imperiese

Imperia. Dal primo agosto del 2017 i bambini delle scuole imperiesi fra i sei e i dieci anni a scuola non solo consumeranno latte, verdura e frutta, incluse le banane, grazie a fondi comunitari, ma potranno anche visitare una fattoria e impareranno come mangiare sano e senza sprechi. Lo prevede il programma scolastico di distribuzione nelle scuole che accorpa i due precedenti.

Nelle scuole della provincia di Imperia verrà dato un nuovo impulso ad una migliore educazione
alimentare sana. L’obiettivo è quello di promuovere l’agricoltura biologica, le filiere alimentari locali e la lotta contro gli sprechi alimentari. Ad avere la priorità saranno i prodotti freschi e
locali, a discapito di quelli trasformati come zuppe, composti, succhi di frutta, yogurt e formaggio. Quest’ultimo potrà essere distribuito solamente in aggiunta a frutta fresca, verdura e latte, oppure a latte senza lattosio.

Altro criterio é l’esclusione di tutti i prodotti contenenti zuccheri e dolcificanti aggiunti. Prodotti contenenti basse quantità di sale, zucchero e grasso riceveranno finanziamenti comunitari solo in casi eccezionali e dopo il vaglio delle autorità sanitarie. E inverno nelle mense scolastiche si vedranno in tavola zuppe di verdure per tutti i bambini.

Una decisione, seguendo le linee guida della Ue, che è stata accolta con soddisfazione da Antonio Fasolo, presidente di Coldiretti Imperia. “Per esempio sarebbe interessante incentivare un programma di visite guidate alle aziende agricole della nostra provincia – sottolinea Fasolo – I bambini bevono latte, ma non hanno mai visto come è stato prodotto. Sarebbe interessante creare un collegamento tra i produttori e i consumatori. Inoltre, da sempre, riscontriamo anche che c’è una mancanza di consumo di frutta di stagione e verdura fresca. Pure questo è un tema che dovrebbe essere approfondito”.