Le foto uniche del reporter Robert Capa in mostra a San Gimignano

San Gimignano. Appena ti avvicini, il suo profilo si staglia in mezzzo alle dolci colline toscane come una vera e propria Manhattan Skyline del Medioevo; all’interno dello splendido borgo turrito, l’atmosfera trecentesca si fonde con il brulichio di persone che da sempre lo frequenta. Ed è anche un ottimo posto per imparare l’inglese, dato che lo adorano letteralmente. 

In questi giorni c’è una ragione in più per visitare San Gimignano, nel cuore della Toscana. Alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea “Raffaele De Grada” è stata appena inaugurata la mostra dedicata al grande fotoreporter di guerra.21

Una collezione di immagini uniche che racconta con 78 immagini in bianco e nero gli anni della Seconda Guerra mondiale in Italia.

Robert Capa (Budapest, 1913 – Thái Binh, Vietnam, 1954) pur non essendo un soldato, visse la maggior parte della sua vita sui campi di battaglia, vicino alla scena, spesso al dolore, a documentare i fatti: “Se le tue fotografie non sono all’altezza, non eri abbastanza vicino”, ha ripetuto più volte.