In Italia vivono diecimila bambini che hanno problemi alla vista e all’udito

Roma. A fornire i numeri è uno studio realizzato dall’Istat, in collaborazione con la Lega del Filo d’oro, e presentato oggi alla Camera dei Deputati Quasi 10.000 bambini in Italia hanno una disabilità legata alla vista o all’udito, sono cioè condannati a vivere tutta la vita nel buio o nel silenzio.

In generale gli alunni con disabilità riconosciuta e iscritti all’anno scolastico 2014/2015 sono stati quasi 235.000, ovvero il 2,7% della popolazione studentesca, quasi 3 su 100, e con un trend in crescita. Nell’anno scolastico precedente
rappresentavano il 2,5%, nel 2007 il 2,1. A fornire i numeri é uno studio realizzato dall’Istat, in collaborazione con la Lega del Filo d’oro, e presentato oggi alla Camera dei Deputati. Per coloro che hanno una disabilita sensoriale legata a vista o udito, i problemi sono complessi.

Spesso presentano anche altri disturbi: nel 38% la disabilità visiva è associata a disabilità intellettiva, nel 37% a disabilità motoria, nel 20% a problemi linguistici, nel 16% a disturbi dell’apprendimento.

Meno complessa la situazione di bimbi con disabilità uditive. Per tutti però imparare a leggere, scrivere, cantare o recitare una poesia diventa un traguardo difficile.
“In questi casi intervenire tempestivamente e individuare una terapia riabilitativa piu’ idonea rappresenta una vera e propria scommessa sulla loro indipendenza futura”, dichiara Patrizia Ceccarini, direttore tecnico scientifico della Lega del Filo
d’oro.