Lidi ecosostenibili, a Balneria 2016 l’iniziativa di “Donnedamare”

Marina di Carrara. Ci saranno anche le “Donnedamare” a Balnearia, la rassegna di Marina di Carrara in programma dal 28 febbraio al 2 marzo. “Avremo uno stand insieme a Legambiente e Cesab per spiegare il Progetto di ricerca per lidi ecosostenibili”.
Donnedamare da anni è attiva per far conoscere quegli stabilimenti balneari che si impegnano a favorire la diffusione di un turismo balneare ecosostenibile dando voce, attraverso i Lidi Ecosostenibili, agli stabilimenti balneari amici dell’ambiente.

“Molti operatori balneari hanno puntato da anni all’eccellenza dell’ecosostenibilità. I balneari – sottolinea la presidente Bettina Bolla, che gestisce i Bagni Mafalda a Varazze – vivono sulla qualità della propria offerta e sono coscienti che è grazie al rispetto dell’ambiente che possono lavorare puntando al buon turismo e a un equilibrio tra impatto antropico ed ecosistema. Andare al mare, farsi un bagno, prendere il sole, vuol dire andare anche a lezione di basso impatto ambientale”.

Esiste quindi un’intesa col Cesab e Legambiente che si propone di “riconoscere come Lidi Ecosostenibili quegli stabilimenti capaci di coniugare l’offerta turistica con scelte innovative in tema di tutela, conservazione e gestione del territorio, di gestione del ciclo dei rifiuti e delle acque, di rispetto della quiete pubblica ed offerta di servizi e di qualità ricettiva, di scelte avanzate sull’energia rinnovabile, fino ad arrivare ad una enogastronomia di buon livello basata su prodotti tipici e a chilometro zero”.

Un’iniziativa pensata per premiare i lidi che si impegnano per una gestione intelligente della costa, ma anche un modo per ribadire l’importanza, la forza e la bellezza di un turismo balneare sostenibile e di qualità sempre più amato e ricercato dagli italiani. Un turismo sostenibile che non conosce crisi e che può diventare un elemento chiave dell’impresa turistica.

E il 1 marzo alle 14, sempre nell’ambito di Balnearia, è previsto un incontro dibattito con Legambiente e i balneari. E’ prevista la partecipazione di Sebastiano Venneri, vicepresidente nazionale di Legambiente e presidente di Vivilitalia, nata per la valorizzazione del Belpaese che mette a servizio d’istituzioni, enti locali e privati l’esperienza dell’associazione e la conoscenza del territorio per sviluppare un turismo sostenibile attento alle realtà più piccole d’Italia e Angelo Gentili presidente nazionale di Legambiente Turismo.