“La via dell’amore” riconosciuta come un bene di interesse culturale

La Spezia. Dal settembre del 2012 il sentiero è chiuso a causa di una frana in cui rimasero ferite alcune turiste australiane. Pochi mesi fa ne sono stati riaperti 200 metri. Ora La “Via dell’Amore”, il sentiero a picco sul mare nel parco delle Cinque Terre che unisce Riomaggiore a Manarola, è stato inserito dal ministro Dario Franceschini nei beni di interesse culturale.

Nel decreto firmato dalla Soprintendenza si sottolinea la bellezza del sentiero nel contesto delle Cinque terre, dal 1997 Patrimonio mondiale Unesco. Ciò è avvenuto grazie al sindaco di Riomaggiore Franca Cantrigliani.

Nel frattempo l’amministrazione comunale ha ottenuto dalla finanziaria della Regione 90 mila euro per bandire la gara per il progetto di risistemazione. “Dopo – sottolinea il sindaco – la nostra intenzione è quella di fare un’altra gara per un projet financing, con cui offrire a società la possibilità di far gestire la Via dell’Amore, per un certo periodo di anni in cambio della messa in sicurezza del sentiero. Servono 10 milioni, ma il sentiero garantisce entrate cospicue”.