Innamorati da tutta Italia a Terni per celebrare San Valentino

Terni. Si sono ritrovate oggi nella basilica di San Valentino, a Terni, davanti alle spoglie del protettore degli innamorati, 120 coppie provenienti da ogni parte d’Italia che hanno partecipato alla tradizionale festa della promessa. A celebrare le cerimonia il vescovo monsignor Giuseppe Piemontese.

Presenti fidanzati – che si sposeranno entro l’anno – arrivati in Umbria dalla Sicilia, Lecce, Isernia, Salerno, Taranto, Viterbo, Rieti, Avellino, Chieti, Napoli, Roma e provincia, Perugia, Ancona, Verona, Ascoli Piceno, Fermo, Siena, Imola, Macerata, Arezzo, Potenza. “Avete fatto un pellegrinaggio fino a qui, per promettere solennemente di amarvi con serieta’” ha detto il vescovo ai fidanzati. “Avete intuito – ha aggiunto -, scoperto un amore grande, la preziosita’ di una persona che amate e che vi ama. Vorreste giurarvi amore eterno, ma sapete che tale impegno va assunto gradualmente: oggi avviate ufficialmente davanti a Dio, a San Valentino, alla comunita’ ecclesiale e civile il percorso serio e fermo di realizzare il progetto di amore, che Dio ha posto nel vostro cuore. Occorre la consapevolezza dei limiti e della debolezza, che toccano anche le cose piu’ belle, anche l’amore, un tesoro prezioso custodito in vasi di creta. Percio’ occorre umilta’ ed entusiasmo senza banalizzare”.

Tra le 120 coppie piu’ o meno giovani, anche quelle miste di italiani e straniere e alcune con neonati nella carrozzina. “Un rapporto di amore e fedelta’ che va costruito e arricchito giorno dopo giorno – ha aggiunto il vescovo – imparando a conoscervi, ad accogliere le vostre diversita’ di carattere e di gusti, a trasformare le incomprensioni e i dispiaceri in opportunita’ di crescita e di amore”.