Allarme lupi in Val Bormida, caprioli sbranati a pochi metri dalle case

Millesimo. Lupi affamati che si avvicinano alle case e che divorano caprioli. E’ successo in località Renaldo a Millesimo. Una situazione che ora preoccupa gli allevatori, ma anche i residenti della Val Bormida savonese visto che girano anche a poche centinaia di metri dalle abitazioni e dalle cascine in cerca di cibo.

Le “visite” improvvise di questi animali selvatici si sono fatte frequenti in questi ultimi mesi. Il branco da diverso tempo presente nei boschi dell’entroterra savonese questa volta ha preso di mira i caprioli che vivono nella vegetazione della zona.

L’episodio ha fatto presto il giro del web, essendo stato reso pubblico da un abitante di Renaldo che ha documentato con foto davvero significative la predazione compiuta dai lupi.

Ma questi animali sono stati avvistati più volte anche a Roccavignale. “Oramai è un fatto acquisito. Lo scorso mese al mattino una femmina con due lupi più piccoli girava tranquillamente a poche centinaia di metri dalla provinciale su Montecala   dice il sindaco Amedeo Fracchia – Diciamo che il triangolo Cengio Millesimo e Roccavignale piace particolarmente ai lupi. L’inquilino per il momento ci incuriosisce e non spaventa. Ci teme. Occorrerà capire tra un po’ quando ci saranno dei branchi organizzati se il carattere timido e pauroso del lupo che ha nei nostri confronti resterà tale”.

E da diverso tempo gli allevatori della Val Bormida non solo savonese, ma anche piemontese, insistono con i loro appelli: “C’è bisogno di misure per il contenimento della specie, per tenere sotto controllo il numero degli esemplari che stanno distruggendo i nostri allevamenti”.