Google e l’energia “fai da te”, triplica investimenti rinnovabili

Roma. Google ha deciso di triplicare gli acquisti di energia rinnovabile entro il 2025. Il motore di
ricerca si è impegnato ad aumentare i propri investimenti per raggiungere l’obiettivo di alimentare il 100% delle attività con energia pulita.

“Con i leader mondiali riuniti a Parigi per la Conferenza COP21 questa settimana, ci sembra – racconta Urs Holzle, SVP Technical Infrastructure – che non ci sia momento migliore per concentrarsi sulle energie rinnovabili. Speriamo che il nostro impegno possa accelerare, seppur in minima parte,
il processo di risoluzione del problema del cambiamento climatico”.

“Gli accordi di oggi aggiungono 842 megawatt di capacità da energie rinnovabili per alimentare i data center, e raddoppiano la quantità di energia rinnovabile acquistata fino ad oggi. Nel 2013- continua Urs Holzle – abbiamo creato un nuovo programma che consente a clienti come Google di acquistare grandi quantità di energie rinnovabili direttamente dalla loro utility e l’annuncio di oggi include nel programma il primo progetto di fotovoltaico.

La scorsa estate abbiamo annunciato che il nostro nuovo data center verrà realizzato al posto di una centrale a carbone che sta per essere chiusa e sarà alimentato al 100% da energie rinnovabili.

Oltre agli sforzi per usare nelle nostre attività energia rinnovabile, abbiamo stipulato accordi separati per finanziare con 2,5 miliardi di dollari 22 progetti di rinnovabili su larga scala negli ultimi 5 anni, dalla Germania al Kansas al Kenya.

Al momento l’attivita’ di Google in questa direzione – conclude Urs Holzle – equivale a togliere quasi un milione di automobili dalla strada”.