Aree ex Colisa a Genova Campi, ispezione dall’alto con il drone

Genova. Un’ispezione aerea sulle aree ex Colisa che Sviluppo Genova sta bonificando. Un intervento lungo e tra i più complessi da parte dei tecnici della Spa. 

Per aver un quadro preciso dell’intervento in corso sulle aree ha effettuato un volo-test l’aeromobile a pilotaggio remoto della “Nowlanding” che ha la propria sede operativa all’aeroporto Clemente Panero di Villanova d’Albenga. 

Spesso le aree industriali dismesse si caratterizzano per la presenza di una situazione di contaminazione diffusa dei terreni, del sottosuolo e della falda acquifera sotterranea, dovuta alle preesistenti attività industriali operanti sul sito.

Preventivamente ad ogni intervento di riqualificazione urbanistica è quindi necessario caratterizzare il sito dal punto di vista ambientale, per poi progettare e attuare gli indispensabili interventi di bonifica e messa in sicurezza dell’area, finalizzati alla eliminazione della contaminazione e del rischio sanitario ad essa associato, così come previsto dalla normativa ambientale vigente, e che costituiscono condizione necessaria per avviare i successivi interventi di recupero della fruizione dell’area.

In quest’ambito Sviluppo Genova ha maturato grande esperienza e competenza ed è in grado di progettare e coordinare attività di caratterizzazione e bonifica anche particolarmente complesse. Fra gli interventi di bonifica più importanti realizzati da Sviluppo Genova c’è appunto l’area dei Depositi Petrolifieri ex Colisa di Genova-Campi. E per aver un quadro fedele della situazione ecco che in zona ha volato anche il mezzo Apr della Nowlanding per rilievi fotografici particolari in una collina franata e su un grande deposito petrolifero.