Aeroporto di Villanova d’Albenga, ridotte del 50 % le perdite del Panero

Villanova d’Albenga. Dimezzate del 50 % le perdite nel bilancio dell’aeroporto Clemente Panero di Villanova che chiuderà il 2015 con un conto in rosso di -127 mila euro. Il conto economico è stato illustrato questa mattina durante l’assemblea dei soci che si è svolta nell’aerostazione con il presidente Gianfranco Sasso e l’ad Alessandro Pasqualini.

“Ora puntiamo al bando che è stato nuovamente pubblicato e che scadrà il 9 novembre – spiega Alessandro Pasqualini, amministratore delegato di Ava S.p.A. – Ma è motivo di grande soddisfazione il fatto che vi siano giá due aziende interessate a rilevare lo scalo. In particolare c’è una società estera che aveva già puntato i riflettori su questa infrastruttura. Un aeroporto – prosegue Pasqualini – che è assolutamente appettibile e che ha buone possibilità di essere rilanciato. E’ un valore aggiunto della collettivitá comprensoriale. Le societá interessate – secondo Pasqualini – devono saper operare in modo tale da sviluppare l’operativitá dello scalo”.

Tra l’altro, dopo la Piaggio, si sono affacciate due nuove aziende, la Astron e la NowLanding, che hanno già avviato importanti accordi commerciali ed hanno affittato qui i loro spazi operativi.