Il settore delle crociere crescerà ancora, nel 2016 + 6,2 %

Nel 2016 il comparto delle crociere in Italia aspetta 11 milioni e 730 mila passeggeri con un incremento sul 2015 del 6,2%.

Le ‘toccate nave’ saranno 5.100 in crescita del 5,5% sull’anno in corso. Le stime, contenute in Italian cruise watch – la ricerca sull’industria crocieristica nazionale, segnano il record storico per il traffico crocieristico negli scali del nostro Paese. I dati sono stati illustrati a Italian cruise day, in corso a Civitavecchia.

I dati sono il frutto della proiezione effettuata sulle previsioni di 31 porti crocieristici italiani, rappresentativi del 95% del traffico nazionale in movimento passeggeri e dell’87% in toccate nave. Per la prima volta, i primi cinque scali in classifica nazionale nel 2016 saranno sopra la soglia del milione di passeggeri movimentati: Civitavecchia oltre 2.327.000 passeggeri (+1%); Venezia 1.553.000 (-2,9%); Napoli 1.244.000 (+3,8%); Genova 1.100.000 (+35,8%); Savona un milione (stabile). Tra i primi 10 porti in crescita anche Livorno e Messina, rispettivamente del 12,2% con 800.000 passeggeri e del 12,6% con 371.000 passeggeri.

Nel triennio 2016-2018 il 60% degli scali prevede di riservare ancora numerose risorse per la realizzazione di nuove infrastrutture. Per quanto riguarda gli itinerari e gli scali scelti dalle
compagnie, a fine 2015, il porto di Civitavecchia e’ la destinazione principale per il maggior numero di compagnie di crociera (circa due terzi), seguito da Venezia e Livorno.