Luigi Sibilla entra a far parte del consiglio nazionale dell’asso Cartolibrai

Imperia. Luigi Sibilla, storico commerciante e titolare della cartolibreria di via De Sonnaz a Imperia Oneglia, è stato eletto consigliere nazionale dell’associazione cartolai e cartolibrai della Confcommercio. Resterà in carica cinque anni ed è la prima volta che un imperiese entra a fare parte di un organismo così importante.

Da oltre 30 anni gestisce la sua cartolibreria ed ha accolto con soddisfazione la nomina di consigliere. “La nostra categoria – afferma Luigi Sibilla – sta attraversando un periodo complesso. Schiacciati dalla crisi e dalla grande distribuzione, ma anche da internet per sopravvivere è fondamentale fare rete tra i colleghi ed è un invito che lancio anche a quelli della provincia di Imperia. Rimane aperta per le altre cartolibrerie la possibilità di aderire alla Confcommercio ampliando la possibilità di scelta mirata e garantita dei consumatori e offrendo così una presenza capillare su tutto il territorio provinciale”.

L’associazione rappresenta la categoria dei cartolai e cartolibrari di Confcommercio. L’attività del gruppo si concentrata sulla consulenza inerente la normativa di settore, sulla tematica della vendita di libri di testo (gestione resi e prenotazioni) sulla promozione della categoria favorendo contatti e sinergie con eventi del territorio.

Una trentina, in tutta la provincia di Imperia, i cartolibrai iscritti alla Confcommercio di Imperia. “Sarò a loro disposizione per raccogliere consigli e spunti da portare poi in discussione al consiglio nazionale. Cinque anni sono molto e spero di poter portare un valido contributo all’interno di questo organismo”, spiega il neo consigliere nazionale.

Non mancheranno progetti e iniziative che avranno come obiettivo quello di riportare il ruolo del cartolibraio come figura centrale nel mondo del commercio.

“Andare incontro ai clienti con offerte mirate, è quindi di fondamentale importanza per le cartolerie aderenti a Confcommercio, che mettono così in evidenza la propria professionalità e competenza”, dice ancora Sibilla.