Vertenza pasta Agnesi. Il patron Colussi ‘Salveremo l’azienda”.

colussi capacci

Perugia. “Abbiamo rilanciato con successo il marchio Sapori e consolidato quello Misura. I conti sono perfettamente a posto. Non esiste nessuna crisi”. Così si è espresso ieri il patron del gruppo Colussi Angelo Colussi in visita al sindaco di Imperia Carlo Capacci a proposito della presunta crisi che starebbe attraversando il suo gruppo. Colussi ieri si è recato nel capoluogo del Ponente ligure per la vertenza Agnesi, il marchio della pasta conosciuto in tutto il mondo. Gli addetti dello storico stabilimento, 190 anni di vita, sono in sciopero da una settimana a seguito delle minacce di chiusura della fabbrica entro ottobre 2015. Stamattina nella sede imperiese di Confindustria

i sindacati incontreranno i manager del gruppo per cercare di ricomporre la vertenza.
Ma qual’è la situazione della produzione della pasta? “La pasta -ha detto Angelo Colussi – basta aprire i giornali alla pagine economica e vedere che ogni giorno c’è un produttore anche tra i nostri primari concorrenti che perde punti in Borsa. Il problema sa qual’é?
Che le famiglie italiane su una confezione di pasta preferiscono risparmiare magari solo tredici centesimi acquistando una schifezza piuttosto che spendere tredici centesimi in più ma mettendo nel piatto un prodotto di qualità. All’estero non succede”.