“Progetto Future”, le donne del vino lanciano le nuove generazioni

L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, presieduta da Donatella Cinelli Colombini, ha dato vita al Progetto Future. Lanciato a Vinitaly 2019, è stato presentato a Milano nella sede dell’associazione presso l’Unione italiana vini. Si tratta di un ventaglio di opportunità formative proposte dalle aziende delle Donne del Vino italiane alle under 30 che vogliono lavorare in questo mondo.

Si sviluppa come un archivio telematico sul sito www.ledonnedelvino.com con proposte in cantine, enoteche, ristoranti, agenzie giornalistiche, di pr e studi di consulenza enologica, tutte attività guidate da associate. Quest’anno verrà arricchito con le offerte delle Donne del Vino estere incontrate durante il primo meeting mondiale che si è tenuto in novembre al Simei di Milano (Salone internazionale macchine per enologia e imbottigliamento) con l’obiettivo di creare un virtuoso network internazionale di scambi e confronto di esperienze.

«Abbiamo in progetto anche la creazione di un Annuario mondiale, cartaceo e on line, delle Donne del Vino – ha sottolineato Donatella Cinelli Colombini – Siamo un’associazione plurale, che lavora in gruppo, e tanto. Nell’ultimo anno in Italia siamo crescite ulteriormente con 78 nuove socie.  Stiamo puntando sull’internazionalizzazione e ci muoviamo su fronti differenti».

L’idea a monte di Future, lanciata da Alessandra Boscaini, delegata del Veneto è quella di riunire in un solo database le attività esistenti in modo che servano da stimolo per le Donne del Vino, convincendole a dare un contributo alla crescita professionale delle nuove generazioni. Oltre alle offerte estere, sono già online numerose opportunità formative: lezioni, stage, corsi, visite didattiche, borse di studio distribuite in ogni parte d’Italia.  «Vogliamo introdurre le donne nella vita vera del mondo del vino, quella reale, di tutti i giorni, a contatto diretto con l’azienda. Un’offerta formativa di grande utilità per le giovani generazioni».

Per informazioni: www.ledonnedelvino.com