“Io Sebastiano Dessanay, musicista e ciclista”

Musicista. E ciclista. Ha unito le due cose ed è andato in giro in bici per la Sardegna toccando 377 comuni in 377 giorni. Tutto questo per cercare ispirazione in vista di una prossima composizione musicale. Sebastiano Dessanay, 47 anni contrabbassista di area jazz, sardo, ma da undici anni a Birmingham, era partito da Nuoro nell’ottobre del 2018. E oggi, accolto da una folla di amici vecchi e nuovi (molti li ha conosciuti durante il tour) è arrivato a Cagliari, ha concluso il suo percorso in Municipio, salutato dal sindaco Paolo Truzzu e da rappresentanti del Consiglio comunale e della Giunta.

“Sono partito con l’idea che per conoscere la Sardegna, il suo territorio e le sue realtà musicali – ha detto – occorresse confrontarsi con la realtà, giorno per giorno, paese per paese. Pensavo a un cd, ma ho raccolto talmente tanto materiale che devo sicuramente ripensare il mio progetto iniziale”. La sua esperienza probabilmente diventare un libro. “Mi serve tempo per interiorizzare – ha spiegato – tutto quello che ho raccolto e visto”. La sua idea è quella di pescare anche dalla tradizione, ma per restituire attraverso la sua musica una Sardegna contemporanea. “Nella mia testa il percorso che ho fatto – ha raccontato – ha voluto unire tutti i comuni della Sardegna. Paragono questo filo rosso del mio tragitto al nastro con il quale Maria Lai aveva voluto unire la sua Ulassai alla montagna fuori dal paese”.

Durante i 377 giorni di viaggio Dessanay è stato ospitato e accolto dalle comunità dei paesi che ha attraversato. Con sé ha portato poche cose: tra queste un ukulele per mantenere le dita in esercizio e suonare e confrontarsi con i musicisti che incontrava. Dessanay è rimasto colpito soprattutto dai piccoli paesi: “Bellissime realtà con comunità accoglienti. Posti da salvaguardare: mi sono reso conto da subito di tutto quello che la Sardegna può offrire: paesaggi, cultura, archeologia. Un’esperienza incredibile”.

Condividi la notizia