Babà in vasocottura: il dolce regalo di Natale nato dalla sinergia tra Noberasco e Piccardo

Sotto l’albero di Natale 2019 c’è anche la dolce collaborazione tra due eccellenze liguri del comparto alimentare: la rinomata azienda produttrice di frutta secca Noberasco di Albenga e la storica pasticceria Piccardo di Imperia.

baba in vasocotturababa in vasocotturababa in vasocotturaIn prossimità delle feste di fine anno, Noberasco ha scelto di iniziare a distribuire nei suoi punti vendita sparsi in giro per l’Italia – a Milano, Treviso, Firenze, Torino e in Liguria a Genova, Sanremo, Carcare, Albenga – i babà al rum in vasocottura prodotti dal laboratorio artigianale di Piccardo. Una primizia che ha subito fatto breccia nei cuori dei tanti food blogger che frequentano i locali di Noberasco e che si sono affrettati a condividere la nuova sfiziosa scoperta su Instagram e Facebook.

Del resto i punti vendita dell’azienda ingauna sono da tempo considerati una vetrina dei migliori prodotti della tradizione alimentare ligure e non solo. L’idea alla base di questa apprezzata sinergia sembra sia venuta proprio al titolare Gabriele Noberasco, dopo aver notato i babà in vasocottura durante una visita alla pasticceria Piccardo. Tra l’altro, i nonni materni del noto imprenditore erano di Oneglia, il rione di Imperia in cui si trova lo storico locale, e portavano spesso il piccolo Gabriele a fare merenda in pasticceria.

I babà in vasocottura: un dolce sfizioso e a lunga conservazione

Quindi la nascita della collaborazione tra Noberasco e Piccardo segna, da una parte, un gradito ritorno alle origini e, dall’altra, un bel passo in avanti in termini di promozione della propria arte pasticcera. Peraltro i babà in vasocottura di Piccardo, preparati in proprio e poi cotti negli originali vasetti Camel, dopo il lancio avvenuto nell’estate del 2017 sono divenuti anche oggetto di studio da parte di alcune scuole di pasticceria. Nell’ottobre dello stesso anno, il liceo professionale Escoffier di Cagnes-sur-Mer, in Costa Azzurra, ha organizzato una gita presso la storica pasticceria per permettere ai suoi studenti di assistere dal vivo alla preparazione dei babà.

Ora, grazie all’interesse della famiglia Noberasco e alla forza della rete distributiva della sua azienda, questi dolci così particolari, e a lunga conservazione, possono diventare un bel regalo di Natale da mettere sotto l’albero anche lontano da Imperia, in tutta Italia, con i migliori auguri da parte di chi, da oltre cent’anni, fa della Liguria una terra più dolce.

Condividi la notizia