A Pisa si alza il sipario su “Internet Festival–Forme di Futuro” ricco di incontri e workshop

Al via da oggi al 13 ottobre la nona edizione di Internet Festival–Forme di Futuro, la manifestazione internazionale dedicata alla Rete e ai suoi protagonisti che animerà 13 location in città dal 10 al 13 ottobre, con 280 appuntamenti tra incontri, workshop e spettacoli richiamando migliaia di studenti, docenti, professionisti, famiglie, scuole, curiosi e appassionati dell’innovazione.

Un’occasione unica per Pisa per farsi conoscere meglio, al di là dei circuiti turistici più battuti, con le sue università d’eccellenza, i suoi centri di ricerca, i suoi teatri e i suoi centri di aggregazione. Internet Festival ha scelto di mettere radici a Pisa fin dalla prima edizione perché qui è nata l’informatica italiana nel dopoguerra; il primo corso di laurea in Scienza dell’Informazione (poi Informatica) è stato aperto dall’Università in Corso Italia esattamente 50 anni fa; nell’area pisana gravitano oltre 1.300 imprese digitali di cui più di 800 del settore ICT; Pisa detiene il record mondiale di trasmissione dati via internet con 1200 Gigabit al secondo, pari a oltre un Terabit, realizzata dai ricercatori della Scuola Sant’Anna e Cnit.

A Pisa, sotto l’egida del CNR, è attivo Registro .it, l’ente che sovraintende a tutti i domini .it. E poiché a Pisa si segue da una posizione privilegiata ogni dibattito che riguarda modi e tempi della crescita dell’universo digitale, con attenzione sia agli aspetti tecnici che a quelli giuridici ed etici, il tema scelto per #IF2019 è “Le regole del gioco”. L’inaugurazione di Internet Festival 2019 è fissata per le ore 15 di giovedì 10 ottobre alle Logge dei Banchi dove sarà già a disposizione la bolla +2°C di Legambiente, la struttura di 18 metri per 4 di diametro ideata per spiegare al pubblico gli effetti del global warming. Sempre alle Logge saranno esposte le opere che l’artista di tape art No Curves ha realizzato ad hoc per il Festival: si tratta dei megaritratti di Steve Jobs, Samantha Cristoforetti e Adriano Olivetti, donati alla città di Pisa (iniziativa promossa dalla Fondazione Sistema Toscana e realizzato dall’Associazione stART-Open your eyes).

Alle 16 al Centro Congressi delle Benedettine saranno inaugurati gli spazi dedicati ai T-Tour, i percorsi didattici che caratterizzano IF, il gioco interattivo Escape War!, l’installazione The Sound of The Crowd e la mostra Hello World, un viaggio nel tempo che ripercorre tre secoli di storia degli strumenti di calcolo in occasione dei 50 anni del primo corso di laurea in Informatica. Nell’occasione sarà inoltre possibile sperimentare l’interfaccia neurale: indossando una speciale cuffia, i pensieri potranno interagire con una installazione video e “comandarla” in base ai propri stati d’animo. Venerdì 11, le Manifatture digitali cinema, ospiteranno l’installazione (Algo)Ritmi di danza e le performance di danzatori che interagiranno con l’opera modificandone la resa artistica.

Grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria Confesercenti e Confcommercio con il Museo degli Strumenti per il Calcolo, le vetrine del centro della città mostreranno i test di logica del contest “LogicaMente” per mettere alla prova le capacità deduttive del pubblico che potrà vincere buoni spendibili nei negozi aderenti all’iniziativa. Novità di quest’anno dell’area del Festival dedicata ai libri – Book(e)Book – il coinvolgimento del Circolo LaAV – Letture ad Alta Voce che, nel pomeriggio di giovedì 10 ottobre, con l’associazione Il Gabbiano e in collaborazione con CCT Nord, animeranno i viaggi sui bus cittadini con letture ad alta voce dei grandi classici della fantascienza. Prosegue anche la collaborazione con il Circolo Pickwick che, alle Logge dei Banchi, da venerdì 11, animerà l’angolo Booktuber, dedicato agli amanti della lettura.

Tra gli eventi collaterali di forte impatto locale si segnala la seconda edizione di Tech Jobs Fair, occasione di incontro tra le aziende operanti nel ramo hi-tech e IT e chi è in cerca di una nuova posizione professionale nel settore (sabato 12 ottobre le Officine Garibaldi). Nei quattro giorni di Festival saranno presenti a Pisa, tra gli altri, il futurologo Gerd Leonhard gli scrittori fantascientifici Rudy Rucker e Bruce Sterling, il capo della comunicazione di Papa Francesco Lucio Adrián Ruiz, la influencer più anziana d’Italia Licia Fertz, lo chef stellato Antonello Colonna, le star di YouTube Yuri “Gordon” Sterrone e Valeria Vedovatti, il CT della Fiorentina Women Antonio Cincotta, l’icona della musica africana Tony Allen, il disegnatore Makkox, giornalisti innovatori come Luca Sofri, Giuseppe Smorto e Massimo Russo, l’esperta di dark web Carola Frediani.

Tra le tematiche che saranno affrontate a #IF2019 l’impatto delle nuove leggi sui diritti nel mondo digitale; il rapporto tra sport e strumenti tecnologici pensati per ridurre l’errore umano; la relazione tra uomo e natura alla luce della tecnologia; la cybersecurity.

Si parlerà molto di economia circolare, di impresa 4.0, delle ricadute economiche, sociali e ambientali del 5G. In tema di green economy la Regione Toscana offrirà informazioni sulla campagna di sensibilizzazione Plastic Free contro l’utilizzo indiscriminato della plastica, coinvolgendo la cittadinanza e gli ospiti. Grande attenzione ai temi dell’informazione e della satira con The Jackal e Il terzo segreto di satira alle Officine del .it a cura di Registro .it, in collaborazione con la redazione del Post. All’interno di una cupola geodetica la Camera di Commercio di Pisa consentirà di conoscere e attivare strumenti digitali per il cittadino. L’11 ottobre un facilitatore aiuterà un gruppo di imprenditori ad affrontare le sfide della digital transformation utilizzando “LEGO® Serious play®”.

Un segno dell’attenzione crescente nei confronti di Internet Festival-Forme di Futuro è dato dalla qualità dei media partner. La Rai ha scelto di essere il Main Media Partner di #IF2019 con TGR e Rai Cultura. Entrambe le testate avranno la troupe a Pisa per seguire il Festival da vicino insieme a Rai 4 (trasmissione Wonderland) e alla troupe social di Rai2. Inoltre, Radio 1 Rai trasmetterà in diretta dalla Logge dei Banchi la puntata di Eta Beta in programma sabato mattina 12 ottobre.

Il Festival sarà raccontato, con i propri inviati, da Repubblica, La Stampa, Nazione, Corriere Fiorentino, Tirreno, Punto Informatico, intoscana.it, sestaporta.news, Post, Wired e altre testate nazionali e regionali. Anche quest’anno la rete wifi di IF sarà allestita da Devitalia, sponsor tecnico ufficiale della manifestazione. Grazie all’infrastruttura messa in campo da Devitalia nel 2018 – 350 Access Point WiFi, 30 Routers Captive Portal, 7 Nodi di accesso in Fibra e i 10 Nodi di accesso in Wdsl – il pubblico del Festival ha potuto scambiarsi dati per 2.120 TeraByte in download e 378 Gbyte in upload per 22.266 pagine web scaricate e ben 19.520 autenticazioni di dispositivi in transito dalla rete Wifi. Tredici le location nelle quali si svilupperà il festival diffuso, destinato come ogni anno a contagiare l’intera città: Camera di Commercio (cupola geodetica), Centro Congressi Le Benedettine, Cinema Arsenale, Cittadella Galileiana, Gipsoteca di Arte Antica, Logge dei Banchi, Lumière, Manifatture Digitali Cinema, Mixart, Museo delle Navi Antiche di Pisa, Officine Garibaldi, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna.

Internet Festival è promosso da Regione Toscana, Comune di Pisa, Registro.it e Istituto di Informatica e Telematica del Cnr, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore insieme a Camera di Commercio di Pisa, Provincia di Pisa e Associazione Festival della Scienza. La progettazione e l’organizzazione sono a cura di Fondazione Sistema Toscana. Il direttore del Festival è Claudio Giua. Project leader Adriana De Cesare (Fondazione Sistema Toscana). Anna Vaccarelli (IIT-CNR e di Registro .it) e Gianluigi Ferrari (Università di Pisa) coordinano rispettivamente il comitato esecutivo e scientifico.

Condividi la notizia