Torna il rock cosmico dei Rockets. Il leader, Fabrice Quagliotti, racconta il nuovo disco

I Rockets, la leggendaria band francese degli anni Settanta, torna sul mercato. E lo fa con un singolo – in uscita martedì 7 maggio – intitolato “Kids from Mars”. L’album, che uscirà il 24, s’intitola “Wonderland”.
La produzione è tutta italiana. Il gruppo, del resto, ebbe i maggiori successi proprio nel nostro Paese. Oltre che in Russia.

Così Fabrice Quagliotti, leader della band, racconta il nuovo singolo: «Siamo i bambini venuti da Marte per portare la pace sulla Terra. Un messaggio sicuramente semplice ma con un forte significato. Il colore predominante del nuovo album non a caso è il violetto. Migliaia di anni fa, il nostro pianeta aveva un aspetto violaceo dovuto all’esistenza di batteri e microorganismi acidi che intervenivano sul processo della fotosintesi clorofilliana, facendo assumere alla vegetazione una pigmentazione viola. Era un pianeta puro e sano. Sogno un pianeta così ripulito. I bambini saranno la salvezza del pianeta, almeno è così che vediamo le cose. Il futuro è qui: diamo spazio e fiducia ai bambini».

I Rockets sono un gruppo musicale formatosi in Francia che ottenne il maggior successo in Italia e in Russia tra la fine degli anni Settanta e i primi anni Ottanta con pezzi come “Future Woman”, “Space Rock”, “One More Mission”, “Electric Delight” e soprattutto la riuscita cover della classica “On the Road Again”.
Negli anni la formazione ha subito numerosi cambiamenti. Attualmente il gruppo è formato da Fabrice Quagliotti (tastiere/vocoder), John Biancale (voce), Rosaire Riccobono (basso), Gianluca Martino (chitarra) e Eugenio Mori (batteria).

Ferdinando Molteni

Condividi la notizia