Le bevande zuccherate? Sono rischiose per la salute

Secondo uno studio condotto presso l’Albert Einstein College of Medicine nel Bronx a New York e pubblicato sulla rivista Stroke, le donne in postmenopausa che consumano abitualmente bevande zuccherate artificialmente sono a maggior rischio di ictus, di sviluppare malattia coronarica e di mortalità per tutte le cause. A rilanciare la notizia è stato il sito web Sanihelp.it

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni, dopo aver esaminato la correlazione tra il consumo auto-segnalato di bevande zuccherate artificialmente e ictus e suoi sottotipimalattia coronarica e mortalità per tutte le cause in una coorte analitica di 81714 donne partecipanti allo Studio osservazionale  Women’s Health, comprendente donne in postmenopausa di età compresa tra 50 e 79 anni; le donne sono state seguite per una media di 11,9 anni.

Le donne abituate a consumare due o più volte al giorno bevande zuccherate artificialmente, rispetto a quelle che non ne bevevano mai o solo raramente, si sono rivelate a maggior rischio  di ictus e tutti i suoi sottotipi, malattia coronarica e mortalità per tutte le cause.

Solo la probabilità di patire un ictus emorragico si è rivelata la stessa della popolazione di controllo.

L’alto consumo di bevande zuccherate artificialmente, inoltre, si è correlato con un rischio significativamente aumentato di ictus ischemico da occlusione delle piccole arterie in donne senza storia precedente di malattia cardiovascolare o diabete mellito.

Anche le donne con un IMC superiore a 30 e forti consumatrici di bevande zuccherate si sono rivelate particolarmente a rischio di ictus ischemico.

Condividi la notizia