Come vivere la magia del Lago d’Iseo? Con una gita in barca

Qual è il modo più suggestivo per vivere la magia del Lago d’Iseo? Le idee sono tante ma una conquista in modo particolare: che ne dici di una gita in barca a vela al Lago d’Iseo per goderti lo spettacolo in prima fila? Non appena la vela prenderà il vento, il tempo comincerà a volare e così le tue emozioni.

Scegli tu come vivere la crociera: all’insegna del totale relax, assaporando i tiepidi raggi del sole e chiacchierando spensieratamente con gli altri membri dell’equipaggio, oppure concentrandoti sui movimenti dello skipper, per imparare a governare lo scafo assecondando il soffio amico del vento e la spinta delle correnti.

In entrambi i casi, con SportAction potrai vivere una giornata all’aria aperta diversa dal solito e riempirti gli occhi di panorami favolosi. Da Solto Collina, situato sulla sponda nord occidentale, navigheremo alla conquista degli scorci più belli del lago d’Iseo, incuneato tra le Prealpi Lombarde a fare da spartiacque tra il Bergamasco e il Bresciano.

Un autentico gioiello della Bassa Valcamonica amatissimo dagli sportivi: passeggiate, immersioni, pesca, windsurf e stand up paddle sono solo alcune delle opzioni per esplorare il lago da una prospettiva diversa dal solito. Durante la navigazione potrai ammirare porticcioli, canneti lacustri e bei paesini affacciati sul lungolago, incorniciati dalle montagne circostanti.

Un paesaggio ricco di suggestione, impreziosito da un’autentica perla ovvero Monte Isola, su cui svetta il Santuario della Ceriola da cui si ammira un panorama che toglie il fiato. Ai piedi dell’isola si adagiano piccoli borghi popolati di case di pescatori, chiese e fortezze. Molto caratteristiche sono anche le imbarcazioni locali, i naet, dalla tipica forma affusolata che ricorda un po’ le gondole e le imbarcazioni veneziane.

Le barche a vela diventeranno l’osservatorio privilegiato per immergersi nel fascino unico del Lago d’Iseo. L’ideale, se il tempo lo consente, è completare l’itinerario a piedi esplorando le riserve naturali situate intorno alle sponde del lago: tra le più affascinanti sono da citare le Torbiere del Sebino, dove nidificano varie specie di uccelli selvatici e fioriscono le ninfee. O ancora, le cosiddette Piramidi di Zone, create dall’erosione dell’acqua e caratterizzate dalla presenza di alte colonne rocciose.

Condividi la notizia