Buon compleanno Radio Milano International, una storia lunga 44 anni

E’ ripartita alla grande quasi due anni fa, ma solo sul web. Il sound però è sempre lo stesso, inconfondibile, straordinario, accattivante. Radio Milano International, la radio milanese compie 44 anni. E’ nata il 10 marzo 1975. Sono cambiati i tempi perché Rmi non trasmette più in fm ma sul web. Nessuno però dimentica il successo straordinario di questa grande radio che con quel “international” l’ha contraddistinta. Tanti i dj’s passati davanti ai microfoni di Rmi: l’indimenticabile Leonardo “Leopardo” Re Cecconi con lo storico “fi-fiu” il fischio che lo ha reso celebre.

Momenti, davvero intramontabili, che hanno fatto la storia della radiofonia privata in Italia. Il fascino delle tante trasmissioni andate in onda fin dall’esordio nell’etere ha ben presto influenzato il modo di fare radio anche di altre emittenti ancora oggi presenti sul mercato. Unico e inimitabile però è stato il rapporto creato con i suoi ascoltatori. Un po’ come Radio Luxembourg, il principale modello di riferimento per tutti gli aspiranti deejays degli anni 70 e non solo. Per aggirare la legislazione inglese, trasmetteva dal Lussemburgo, le emissioni avvenivano in onde medie, sulle onde lunghe e corte. Trasmetteva anche in fm da una nave ancorata in acque extraterritoriali.

Radio Milano International, invece, ha portato la moda funk in Italia con le trasmissioni in puro stile black in fm. Tante radio ci hanno provato, ma senza successo.  Rmi è stata il trampolino di lancio di diversi personaggi come Fausto Terenzi, Claudio Cecchetto, Leonardo Leopardo, Patrizia Patty Zani, Gigio D’Ambrosio, Jonathan Jan,  Gerry Bruno, Dario Desi, Massimo Valli, Roberto Delledonne, Massimo Oldani, Albertino, Gerry Scotti, Paolo Cavallone, Sergio Sironi, Carmelo e Michelangelo La Bionda, Kay Sandwik, Ronnie Jones, Massimo Braccialarghe, Pino Sarli, Mario Panda, Raffaele Fregonese, Beppe Farah, Federico L’ Olandese Volante, Alex Martini, Corrado Trisoglio, Paolo Dini. Gli speakers dalle voci profonde e bene impostate annunciavano i grandi successi discografici europei o quelli che sarebbero, grazie a questa emittente, diventati tali.

Impossibile dimenticare le puntate dell’American Top 40 condotta da Kasey Kasem trasmesse da Rmi. Personaggi che hanno saputo trasformare uno strumento in grado di suscitare amore per la comunicazione. Rimane l’icona che ha rivoluzionato il mondo della musica Oltreceano.  Amanti di quel sound custodiscono ancora oggi “musicassette” diventate gioielli da collezione.

Oggi, con la nuova tecnologia, Radio Milano International è tornata a vivere. E’ una delle poche webradio in Italia che raccoglie pubblicità. Nata da un’idea di Angelo Borra, Rino Borra, Piero Cozzi e Nino Cozzi, a loro va il merito d’aver creato Rmi e ciò che oggi ancora rappresenta, grazie a un “feeling” tuttora ineguagliabile. “The Legend Is Back” – Radio Milano International è tornata in onda via web con una tecnologia innovativa in streaming.

Rmi piace ancora oggi come 44 anni fa. Un bel compleanno anche se a molti amici della radio manca da impazzire Leonardo e un ritorno di tutti quegli speaker che hanno regalato fortissime emozioni a quanti oggi hanno i capelli un po’ più grigi. Al posto della manopola della radio, oggi c’é una App. Basta un clic e si entra nella storia. Buon compleanno o meglio “happyyyy birthdayyy fi fiuuuu” come direbbe oggi Leonardo.  Radio Milano International, un mito che non tramonta mai.

Giò Barbera

 

 

Condividi la notizia