Simoni è il suo un thriller storico che immerge il lettore nella società rinascimentale

Vincitore del 60* premio bancarella con il romanzo “Il mercante di libri”, Marcello Simoni è oggi uno dei romanzieri d’avventura più amati d’Italia, un autore da un milione e mezzo di copie solo in Italia e traduzioni in 18 paesi. Ora presenta in giro per l’Italia “Il patto dell’abate nero”, edito da Newton Compton Editori.

Il libro inizia il 13 marzo 1460 nel Porto di Alghero, dove un mercante ebreo vuole vendere un’informazione preziosissima ad un agente segreto. Si snoda così una trama avvincente che arriverà fino alla Firenze dei Medici.

Simoni ha pubblicato diversi saggi storici; con Il mercante di libri maledetti, romanzo d’esordio, è stato per oltre un anno in testa alle classifiche e ha vinto il 60° Premio Bancarella. I diritti di traduzione sono stati acquistati in diciotto Paesi. Con Newton Compton ha pubblicato La biblioteca perduta dell’alchimistaIl labirinto ai confini del mondo, secondo e terzo capitolo della trilogia del famoso mercante; L’isola dei monaci senza nome, con il quale ha vinto il Premio Lizza d’Oro 2013La cattedrale dei morti; la trilogia Codice Millenarius Saga (L’abbazia dei cento peccatiL’abbazia dei cento delitti L’abbazia dei cento inganni) e i primi due capitoli della Secretum Saga (L’eredità dell’abate nero Il patto dell’abate nero). Nel 2018 ha vinto il Premio Il corsaro nero.

Condividi la notizia