/“La Controra”, ecco l’oasi pugliese ideale per viaggiatori, artisti e creativi digitali

“La Controra”, ecco l’oasi pugliese ideale per viaggiatori, artisti e creativi digitali

Lei Simona Perrone è una ricercatrice e insegnante precaria nata a Manduria (Ta). Lui Sandro giornalista scientifico, nato a Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia. Entrambi creativi e appassionati di arte e cultura. Una coppia nata 8 anni fa da una fortunata coincidenza. Dopo aver girato il mondo hanno deciso di ritornare in Puglia, a Manduria, per ristrutturare una vecchia masseria di famiglia e farne un luogo di ospitalità, aggregazione e condivisione. Un’oasi nel sud Italia dove viaggiatori creativi, nomadi digitali e belle anime possano rilassarsi, interagire con la gente del posto e lavorare insieme nello spazio co-working che realizzeremo. “Io scrivo poesie e amo la pittura. Sandro ama girare piccoli cortometraggi, scrivere sceneggiature e leggere. Dopo molti anni di vita e lavoro all’estero (Roma, Pechino, Parigi, Edimburgo, Padova), abbiamo deciso di ritornare a casa”, racconta sul portale gofound.me  “Abbiamo deciso di chiamare questa vecchia masseria “La Controra”, un termine che indica le prime ore del pomeriggio, quando in estate fa molto caldo e tutte le attività si interrompono; le persone si addormentano e le strade diventano silenziose. Amiamo il nome perché ha in sé  lo spirito del sud e un’arguta combinazione dei concetti “contro” e “ora”, definendo uno spirito insieme rilassato,  quello della siesta, e vibrante, come la nostra attitudine”.  Racconta ancora Simona Perrone: “Abbandonare la routine cittadina per immergerci nella vita di campagna è stato insieme bellissimo e difficile. In ogni caso, eravamo sicuri che era ciò che dovevamo fare per dar vita alla rinascita di noi stessi e della nostra comunità. Speriamo infatti che la ricostruzione di questo vecchio stabile dei primi anni del ‘900 possa ridonare vita non solo ai ricordi e alle memorie di chi qui è cresciuto ma al paese intero. Manduria potrebbe essere una perla della Puglia. La città possiede una delle più antiche cinta murarie d’Europa, è un posto pieno di storia e archeologia, ha un mare cristallino e un cibo e un vino deliziosi. Purtroppo, come molte realtà del sud – d’Italia, del mondo – è vittima di una forte emigrazione giovanile e legata a mentalità e tradizioni che a volte ne rallentano la crescita. Con una popolazione di circa 31.000 abitanti, Manduria non ha un teatro e neppure un cinema! Ma preserva ancora tutto il fascino di una cittadina pugliese.  Aiutarci a realizzare questo progetto vuol dire diventare parte di una rinascita contagiosa e membro di una comunità estesa e solidale. E ovviamente, significa beneficiare di alcuni dei nostri magnifici premi (e magari venire a trascorrere del tempo qui da noi)”.  Come sarà La Controra? L’intero progetto (inclusi i lavori di ristrutturazione edilizia, gli impianti e gli arredi) costerà circa 150.000 euro. Una volta restaurata, la masseria avrà: 3 camere da letto matrimoniali per gli ospiti;  1 camera da letto matrimoniale per la coppia;  2 camere singole per gli ospiti;  4 bagni; uno spazio co-working con attrezzatura audio/video;  400 m2 di giardino;  70 m2 di terrazza più tante piccole terrazzine sparse qua e là; 3 librerie/zone relax;  4 gatti.

La campagna è raggiungibile al link www.gofundme.com/la-controra-a-project-for-a-glocal-rebirth