/“Legni dal Mare… naufraghi del nulla”, a Fermo una mostra da vedere

“Legni dal Mare… naufraghi del nulla”, a Fermo una mostra da vedere

All’interno della Chiesa di Sant’Antonio a Fermo, fino al prossimo 20 gennaio, è possibile visitare una mostra di sculture lignee di Loredana Zampacavallo dal titolo “Legni dal Mare… naufraghi del nulla”, organizzata con il patrocinio del Comune di Fermo e la collaborazione del Parroco, don Francesco Monti. Spiega l’artista: «L’idea è di dare a quei corpi una sepoltura degna, restituendo loro dignità e identità. La cura, l’amore, la dedizione con cui io e gli altri artisti abbiamo conservato e trasformato quel legno, attraverso il linguaggio simbolico dell’arte, ha donato il dovuto riscatto ai tanti senza nome, che non sono mai arrivati a destinazione e che, spesso, hanno solo alimentato inutili discussioni e polemiche, lontane dal lato umano della questione».
Tra i vetri colorati della chiesa brillano così di una luce speciale le installazioni firmate da Loredana Zampacavallo, da Pierluigi Savini, Serena Dellisanti, Ferruccio Berchich, Valentyna Marchuck e Ferdinando Ghelli, che hanno trovato spazio in una chiesa che «ci ha accolti e non si è tirata indietro quando ho proposto un tema così forte eppure così delicato da trattare. Per questo, davvero, voglio ringraziare il parroco della chiesa di Sant’Antonio, don Francesco Monti, e i ragazzi dello Sprar, preziosi aiuti in fase di montaggio: con loro abbiamo lavorato in sinergia per far vivere di nuova vita i legni venuti dal mare».