/Rampa sud del Lotto10 pronta, ora Genova comincia a respirare

Rampa sud del Lotto10 pronta, ora Genova comincia a respirare

Cantiere chiuso con 90 giorni d’anticipo rispetto al cronoprogramma. E’ la rampa sud che fa parte del cosiddetto “Lotto 10” che, dopo il crollo del ponte Morandi, è diventata un’opera infrastrutturale fondamentale per la città di Genova. Un intervento che ha visto in prima linea Sviluppo Genova in qualità di Stazione Appaltante. Nella mattinata del 7 dicembre sarà inaugurata la rampa “sud” del collegamento tra il casello autostradale e via Guido Rossa. Dunque il traffico sarà notevolmente alleggerito. La seconda rampa (quella nord a salire) sarà completata entro il mese di marzo 2019. Due giorni prima dell’inaugurazione, esattamente il 5 dicembre intorno alle 12, il sindaco Marco Bucci, il sottosegretario Edoardo Rixi e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti effettueranno un sopralluogo e terranno una conferenza stampa alla presenza dei vertici di Sviluppo Genova Spa, Delta Lavori e Zara Metalmeccanica che hanno realizzato la rampa.

Soddisfatto il presidente e amministratore delegato di Sviluppo Genova Spa Franco Floris: «E’ il più bel regalo di Natale che potevamo fare alla città di Genova. Il cantiere per la realizzazione della rampa si chiude con 90 giorni d’anticipo rispetto alla tabella di marcia rispettando comunque tutti i canoni di sicurezza. A questo proposito colgo l’occasione per ringraziare professionisti, tecnici e operai dell’Ati formata da Delta Lavori S.p.A. (capogruppo) e Zara Metalmeccanica S.r.l. (mandante). Grazie a quest’opera il collegamento fra la strada urbana di scorrimento e lo svincolo di Genova Aeroporto è finalmente operativo. Un obiettivo raggiunto con grande impegno da parte di tutti gli attori che hanno lavorato al Lotto 10 compresi i nostri ingegneri e tecnici che hanno seguito, giorno dopo giorno, gli sviluppi dell’intervento. I ringraziamenti sono doverosamente allargati alla Società per Cornigliano al presidente Cristina Repetto». 

L’opera risulta interamente finanziata da Società per Cornigliano S.p.A., a valere sulle risorse previste dall’Accordo di Programma per le attività di bonifica e infrastrutturazione delle aree ex Ilva rinvenenti alla disponibilità pubblica. Va ricordato anche che Sviluppo Genova ha curato tutte le attività sino al collaudo, comprese la Direzione dei Lavori e il Coordinamento alla Sicurezza.