/Albenga si prepara al tuffo nel Medioevo

Albenga si prepara al tuffo nel Medioevo

Sarà una particolare storia di Templari che vedrà il suo culmine nello spettacolo scenografico di sabato sera 21 luglio  ambientato nella suggestiva location di Piazza San Michele l’appuntamento clou del nuovo capitolo del «Palio Storico» di Albenga che quest’anno arriva alla nona edizione. L’attesissimo evento che riporta la città al Medioevo inizierà il 19 luglio. Come sempre saranno quattro le squadre dei quattro quartieri cittadini che si contenderanno l’ambito Palio, attraverso sfide di tiro con l’arco, tiro alla fune, il gioco della famiglia medioevale che va alla guerra e il nuovo gioco “abbatti le Torri”.  Tra le novità di quest’anno, la Piazza dei Leoni, su gentile concessione della Curia vescovile, sarà dedicata al mercato medievale, ai banchi degli antichi mestieri, ai maniscalchi e agli armigeri che mostreranno le loro abilità al grande pubblico. La stessa piazza, nella serata di domenica, sarà teatro di un grande e coinvolgente spettacolo di cui l’organizzazione, al moment, non vuole svelare nulla.
Come di consueto, le serate di venerdì e sabato ospiteranno la sfilata delle aspiranti al titolo di “Pulcherrima Puella”, la più bella ragazza dei Quartieri, votata da una giuria di esperti e giornalisti che dovrà giudicare secondo diversi canoni: bellezza, storicità degli abiti e portamento. Durante la tre giorni, dal 19 al 21 luglio, sono previsti spettacoli di giocolieri, animazioni, musici, mangiafuoco, armigeri, danze, combattimenti in armi, tornei di cavalieri. Per l’edizione numero nove torna anche il «Palio dei bambini» con giochi e allestimenti ad hoc in Piazza del Popolo presso l’accampamento degli Ospitalieri (Caffè “Ai Giardinetti”), dove per le quattro serate famiglie e bambini potranno godere di uno spazio a loro interamente dedicato.
«Ringrazio a nome dell’Associazione Palio Storico di Albenga i numerosi sostenitori e le aziende che sponsorizzano questo importante evento, in particolare il main sponsor Peirano Bevande -sottolinea Piera Olivieri, presidente dell’Associazione – E per chi terminato il Palio volesse rivivere un’altra serata medioevale, il 30 luglio sarà allestito in Piazza San Michele un “desco” con musica e spettacoli». Per migliorare la storicità, quest’anno po si è istituito un premio dedicato, giudicato da una giuria di esperti e assegnato a uno dei quartieri secondo il voto relativo alla sfilata e al desco medievale che verrà allestito a turno dai quattro quartieri per il Podestà e la sua corte. Anche il marchio dell’evento ha subito una miglioria storica. Il drago esistente è stato infatti sostituito da una icona raffigurante “San Verano e il drago serpente”, realizzata a mano dall’assessore Alberto Passino, che ha voluto omaggiare il Palio con questa sua opera.

“Maggiore attenzione è stata riservata alla qualità delle Taverne – spiega l’Assessore al Turismo Alberto Passino – con più partecipazione da parte degli esercenti e minor numero di cantine straordinarie. Il Palio Storico di Albenga non è solo una manifestazione turistica vincente, ma è sinonimo di valorizzazione di un centro storico che in questi anni si è rivalutato ed è riuscito in tutte le sue piazze ad esprimere in termini commerciali tutte le sue potenzialità.
Il libretto dell’evento quest’anno conterrà, oltre alle indicazioni dettagliate sulla sicurezza, mappa e programma, anche nozioni storiche – a cura di Josepha Restagno Costa – riguardanti i quartieri e il periodo di ambientazione dello stesso”.