/Corsica, viaggio alla scoperta dei vini della cantina Alzipratu

Corsica, viaggio alla scoperta dei vini della cantina Alzipratu

Durante un viaggio in Corsica sarebbe un delitto non andare alla scoperta delle ricchezze che derivano dalla sua terra. La produzione vitivinicola, ad esempio, è una componente importante dell’economia dell’isola.

C’è una cantina nella Balagna, a soli 8 km da Calvi, nel nord-ovest della Corsica, che merita di essere visitata. E’ la tenuta di Alzipratu creata negli anni ’60 dal barone Henry Louis de La Grange, proprietario del convento di Alzipratu. La tenuta fu guidata da Maurice Acquaviva prima di essere rilevata da suo figlio Pierre e sua moglie Cecilia.

Il vigneto di 40 ettari è composto da diversi pacchi esposti a sud ed è diviso in due parti. Il primo si trova a nord del convento, vicino a Zilia, il secondo si trova a 10 km a ovest del paese di Calenzana nell’alta Valle Figarella. I vitigni di questa cantina rispecchiano fedelmente la tradizionale varietà corsa.

Situati ai piedi del Monte Grossu (il punto più alto è a 1950 metri sul livello del mare), i vigneti sono ricchissimi di uva. Nella cantina di Alzipratu, inoltre, è possibile assaggiare tutto i vini e al visitatore è offerto anche un percorso sensoriale, servizio di prenotazione, tra cui un tour dei vigneti e cantine, seguita da una degustazione di vini e della gastronomia corsa.